La gravidanza è uno dei momenti più emozionanti nella vita di una donna e di ogni futura mamma.

Tuttavia, i progressi e l’esito di ogni gravidanza dipendono da molteplici fattori tra cui:

  • la dieta e lo stile di vita della madre, prima e durante la gravidanza,
  • il corredo genetico dei genitori,
  • la salute fisica e psichica della donna.

Ogni donna in età fertile dovrebbe sempre prendersi cura della sua salute con una adeguata micronutrizione. I primi giorni e le prime settimane di gravidanza sono fondamentali per lo sviluppo del feto, quando ancora inconsapevoli di essere in stato interessante.

Nelle prime 8-12 settimane di gravidanza, il corpo subisce rapidi cambiamenti e può diventare carente di importanti sostanze nutritive.

Vascolarizzazione della placentaLa placenta, un organo essenziale altamente vascolarizzato per permettere un elevato scambio di nutrienti e di prodotti di scarto tra la madre e il feto, si forma nelle prime settimane. Essa produce anche quegli ormoni necessari a portare a termine la gravidanza e a preparare all’allattamento il tessuto del seno della madre.

Se la donna non riceve nutrienti adeguati nei primi giorni di gravidanza, può verificarsi uno scarso sviluppo placentare, difficile da correggere successivamente ed in grado di compromettere lo sviluppo fetale successivo.

Una corretta alimentazione e soprattutto un costante apporto di vitamine, minerali, amminoacidi essenziali e altri micronutrienti è molto importante per un feto in via di sviluppo e per la madre in attesa.

Lo sviluppo degli organi nel feto inizia e prosegue in diversi periodi durante la gravidanza. Un nutrimento insufficiente in tutte le fasi della gravidanza influenzerà sistemi di organi, il peso alla nascita, la sopravvivenza del bambino, la salute della madre.

Restiamo In Contatto
Per Stare In Salute !!

Inoltre, il modo in cui gli organi si sviluppano durante la gravidanza, influenzerà lo sviluppo degli stessi dopo la nascita del bambino.

Mentre la maggior parte dell’attenzione è rivolta alla crescita del bambino, il corpo di una donna subisce diverse modifiche durante il secondo e il terzo trimestre di gravidanza.

Ad esempio, il volume del sangue aumenta dal 30 al 50%: ciò necessita di elevate dosi di proteine, ferro, acido folico e altri nutrienti.

anatomia primi tre mesi gravidanzaPertanto, se l’apporto di micronutrienti critici è insufficiente, la donna diventa incline alla pressione alta, all’anemia, a glicemia alta e ad altre condizioni cardiovascolari.

Durante il corso della gravidanza, la domanda fisica di calorie aumenta, rispetto ad uno stato di NON gravidanza.

Si stima che le richiesta calorica della donna aumenta di circa 300 calorie al giorno e il fabbisogno proteico di 10 grammi al giorno.

Di conseguenza è necessaria una maggiore quantità di micronutrienti per sostenere l’aumento del metabolismo basale della madre, mantenere i propri tessuti, nonché sostenere la crescita del feto.

A differenza dei grassi, il corpo non memorizza gli aminoacidi in eccesso. Se proteine, sali minerali (ad esempio il calcio) scarseggiano nell’alimentazione, questi importanti nutrienti vengono prelevati dal corpo della madre, dai suoi muscoli, dalle sue ossa e dai suoi denti, rendendola così vulnerabile e soggetta in futuro a problemi di salute.

Ruolo dei micronutrienti durante la gravidanza

Micronutrienti come vitamina C, lisina, prolina, acido folico, e il gruppo di vitamine B, tra gli altri, sono essenziali per un bambino sano e per prevenire le complicanze durante la gravidanza.

La vitamina C è coinvolta in una varietà di funzioni cellulari come la protezione antiossidante, la produzione di ormoni, il supporto del sistema immunitario, la formazione ossea, per mantenere l’integrità dei vasi sanguigni.

distacco-di-placentaEssa migliora l’assorbimento del ferro e aiuta nella prevenzione dell’anemia nella madre.

Inoltre, la vitamina C e altri micronutrienti come lisina, prolina ed estratto di tè verde, aiutano a ridurre il rischio di parto prematuro.

In particolare, i ricercatori dell’Istituto del Dr Rath hanno dimostrato che la combinazione sinergica di micronutrienti selezionati è stata più efficace di qualsiasi dei suoi singoli componenti nell’ottimizzare la contrazione delle cellule muscolari lisce dell’uteroNatural nutrient mixture effectively reduces collagen matrix contraction driven by human uterine smooth muscle cells.
Ivanov V1, Roomi MW, Kalinovsky T, Niedzwiecki A, Rath M.
J Obstet Gynaecol Res. 2006 Feb;32(1):23-31.
PubMed
.

Non solo.

Composti in sinergia più efficaci di vitamine singole

La vitamina C, agendo in sinergia con altri importanti micronutrienti, facilita la produzione di collagene, rafforza la muscolatura liscia delle pareti dell’utero e dei vasi sanguigni.

Alcune donne incinte sono suscettibili all’ipertensione indotta dalla gravidanza, che a volte è difficile da controllare e può causare una condizione grave chiamata eclampsiaGrave patologia della gravidanza, potenzialmente letale, caratterizzata da convulsioni. Essa rappresenta la complicanza più temibile della preeclampsia, una sindrome che può insorgere dopo la ventesima settimana di gravidanza e che si manifesta con edema, proteinuria ed ipertensione arteriosa. La sindrome eclamptica può manifestarsi prima, durante o dopo il parto.

effetto-sinergia-vs-singoli-nutrientiLa Vitamina C in combinazione con arginina, magnesio e altri micronutrienti, aiuta ad aumentare l’elasticità dei vasi sanguigni e a mantenere entro valori normali la pressione sanguigna.

I micronutrienti sono anche essenziali come inibitori naturali della distruzione dei tessuti e riducono il rischio di rottura prematura delle membrane fetali che avviano il processo del parto.

E’ noto che la carenza di acido folico in una donna incinta comporta gravi difetti del tubo neurale nel feto e può causare un aborto spontaneo.

tubo-neurale

Un difetto del tubo neurale può verificarsi anche prima che una donna sia consapevole di essere incinta.

Pertanto, qualsiasi donna in età fertile dovrebbe prendere almeno 400 mg di acido folico al giorno che sia incinta o no. Inoltre, l’acido folico aiuta a ridurre l’anemia, i difetti di nascita cardiovascolari e impedisce il ritardo di crescita intra-uterina del bambino.

Una carenza delle Vitamine del gruppo B è comune nelle donne che seguono una dieta vegetariana. Le Vitamine B1, B2, B6 sono necessarie per una crescita ottimale, per la salute del bambino e della madre. Una carenza di vitamina B12 può provocare danni irreparabili al sistema nervoso.

Minerali come ferro e zinco sono importanti per la prevenzione dell’anemia e migliorano il sistema immunitario della madre e il bambino.

Calcio, magnesio e fosforo, in sinergia con le vitamine C e D, favoriscono lo sviluppo delle ossa e dei denti del bambino, aiutano a normalizzare la pressione sanguigna della madre, a prevenire i crampi muscolari e il parto prematuro. I requisiti di questi minerali aumentano più del 50% durante la gravidanza: pertanto si rende necessaria una attenta integrazione.

I ricercatori del Dr Rath Research Institute hanno dimostrato che i micronutrienti sono interdipendenti e lavorano in sinergia per mantenere una salute ottimale a livello cellulareNatural nutrient mixture effectively reduces collagen matrix contraction driven by human uterine smooth muscle cells.
Ivanov V1, Roomi MW, Kalinovsky T, Niedzwiecki A, Rath M.
J Obstet Gynaecol Res. 2006 Feb;32(1):23-31.
PubMed
.

Tutte le donne che desiderano una gravidanza, o con gravidanze ravvicinate sono inclini a sviluppare gravi carenze in assenza di adeguate quantità di micronutrienti.

Per massimizzare gli effetti, tutti i micronutrienti dovrebbero essere combinati in sinergia: una condizione essenziale che rende l’integrazione nutrizionale efficace nel promuovere una gravidanza sana e normale.

    3 replies to "Ruolo dei micronutrienti durante la gravidanza"

    • Aurelio Tibaldi

      Articolo molto interessante che fa capire l’origine più comune di alcune manifestazioni durante la gravidanza,
      Tuttavia vorrei conoscere l’origine delle nausee nei primi mesi della gravidanza e perchè, dopo un certo periodo, tendono a svanire spontaneamente.
      Grazie
      Aurelio Tibaldi

      • Staff

        Grazie Aurelio per la tua domanda. Le nausee sono dovute alla produzione endogena di progesterone. Tale ormone, in discrete concentrazioni, essendo reflussogeno, dà sensi di nausea e a volte anche vomito ricorrente. Il progesterone agisce (come anche altre sostanze, per citarne alcune ad esempio: il diazepam, i calcio-antagonisti, i nitroderivati) attraverso un’alterazione del tono dello sfintere esofageo inferiore. Il progesterone impedisce il rigetto del feto da parte del corpo della mamma, blocca la formazione di nuovi ovuli, prepara la mucosa che ricopre internamente l’utero, chiamata endometrio, all’impianto dell’uovo fecondato, permette all’utero di svilupparsi di pari passo al bambino (non a caso viene prodotto in gran quantità dalla placenta), favorisce l’aumento del seno. Dalla 12esima alla 25esima settimana (quarto-sesto mese di gravidanza) la concentrazione di progesterone aumenta più rapidamente, quindi con maggior lentezza fino alla 37esima settimana (ottavo mese circa) per poi diminuire nelle 2-3 settimane che precedono il parto. Le nausee, sono dei sintomi che possono avere una stretta correlazione con i livelli di produzione endogena di progesterone: nel momento in cui si stabilizza la produzione di questo ormone esse tendono a diminuire.

    • Aurelio Tibaldi

      Grazie! Risposta molto chiara. La riflessione è che, stando così le cose, tutte le donne in gravidanza dovrebbero accusare gli stessi sintomi. Non sembra essere così. A quali fattori si potrebbero attribuire questo diverso comportamento? Inoltre perchè alcuni ginecologi prescrivono farmaci antiemetici mentre altri cercano una regolazione dell’alimentazione e altri ancora non ritengono intervenire?
      Se potete rispondere,ci sono sinergie del Dr. Rath che potrebbero alleviare un simile disagio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

"Ci avete regalato la vita per la 2° volta con le vostre ricerche d'avanguardia"

Hans Halle

Prendi posto nella community: oltre 1000 persone in Italia hanno tratto benefici dagli studi dell'Istituto di Ricerca del Dr Rath!


Scopri cosa facciamo