Il cancro polmonare è la più comune causa di morte per cancro in tutto il mondo, con un caso su cinque (1.380 .000) nel 2008. Nel 2012 sono stati diagnosticati circa 1,8 milioni di nuovi casi di cancro al polmone Estimated Cancer Incidence, Mortality and Prevalence Worldwide in 2012, IARC.

Le attuali terapie sono inefficaci, altamente tossiche e più della metà di tutti i pazienti muore entro un anno dalla diagnosi. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni è solamente del 3,5% e non è migliorato nell’arco di diversi decenni.

Esiste quindi la necessità di cambiare urgentemente la direzione della ricerca sul cancro al fine di sviluppare approcci nuovi, originali e sicuri.

nutrienti testati efficaci per il controllo del cancro al polmone

Restiamo In Contatto
Per Stare In Salute !!

La ricerca condotta presso il Dr Rath Research Institute rappresenta una concreta opportunità di controllo naturale del cancro ai polmoni e di altri tipi di tumori.

Utilizzando una combinazione di micronutrienti che lavorano in sinergia, sarebbe possibile incidere in una volta sola su molteplici meccanismi, in particolare sull’invasività del cancro e sulla metastasi.

I ricercatori del nostro istituto hanno documentato come la combinazione sinergica di vitamina C, insieme con lisina, prolina, N – acetilcisteina, estratto di tè verde (EGCG) ed altri micro nutrienti, può ridurre l’invasione di vari tipi di cellule tumorali inibendo la secrezione degli enzimi necessari al tumore per la sua diffusione nei tessuti del corpo.

Integrando la dieta di topi immuno-compromessi con questa miscela di nutrienti, è stata inibita del 44 % – 47 % la crescita del tumore al polmone, insieme alla prevenzione dei tumori polmonari indotti da uretano, un agente cancerogeno presente in alcuni cibiM.W. Roomi et al.
Experimental Lung Research 2006, 32(9):441-453 PubMed
M.W. Roomi, et al.
Tumori 2009; 95(4): 508-513 PubMed

I media raramente promuovono i nostri successi nella ricerca sul cancro, né del resto molti altri studi documentano i benefici di sostanze naturali.

Al contrario, un recente studioScience Transaltional Medicine

scientifico svedese, condotto con la prestesa di dimostrare che vitamina E ed N-acetilcisteina (NAC) possano facilitare il cancro al polmone, è stato ampiamente trasmesso come un avvertimento contro l’utilizzo di antiossidanti.

Questo studio esemplifica una ricerca molto limitata, utilizza un modello animale di scarsa rilevanza per il cancro al polmone umano, e viene strumentalizzato per diffondere paure attraverso conclusioni applicate superficialmente alla popolazione umana, senza realmente comprendere il significano dei risultati.

Per di più, lo studio ha testato vitamina E sintetica ad una dose molto alta (equivalente a 1650 IU al giorno) tale da provocare squilibrio metabolico.

Alte dosi di NAC conducono ad alti livelli di glutatione e sopprimono i livelli intracellulari di vitamina C, un potente composto capace di uccidere le cellule tumorali.

Questo studio, naturalmente, non ha affrontato tale aspetto. Questo è un esempio di come la lobby farmaceutica usa la paura nel tentativo di limitare l’accesso ad approcci naturali non brevettabili che minacciano il suo monopolio sulla salute e il mercato multi miliardario delle droghe sintetiche.

L’approccio adottato presso l’Istituto di ricerca del dr Rath ha dimostrato che i micro nutrienti utilizzati in specifiche combinazioni sono vantaggiosi nella lotta contro il cancro al polmone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

"Ci avete regalato la vita per la 2° volta con le vostre ricerche d'avanguardia"

Hans Halle

Prendi posto nella community: oltre 1000 persone in Italia hanno tratto benefici dagli studi dell'Istituto di Ricerca del Dr Rath!


Scopri cosa facciamo