In diverse culture nel mondo l’ipertensione è un problema per lo più sconosciuto

Unisciti a noi in questo webinar, Martedì 30 ottobre 2018 alle ore 20:55 per “uno sguardo oltre l’ostacolo”!

  • Vedremo perché alcune popolazioni nel mondo non soffrono di malattie cardiovascolari.
  • Come correggere lo stile di vita ed orientare l’alimentazione.
  • I risultati ottenuti dai pazienti.
  • Il ruolo di alcuni importanti micronutrienti.
  • Studio clinico in doppio cieco.

CONDUCONO IL WEBINAR

dottor Roberto Cesare,
medico di famiglia ed esperto di Medicina Cellulare

Monica Martinuz,
ricercatrice e studente appassionata!

Circa il 30% degli individui non sa di soffrire di ipertensione.

Per questo motivo è spesso chiamato il “killer silenzioso”: l’ipertensione cronica è un fattore di rischio per infarto, insufficienza cardiaca, ictus, aneurisma e insufficienza renaleGeleijnse JM, Witteman JC, Bak AA, den Breeijen JH, Grobbee DE. Reduction in blood pressure with a low sodium, high potassium, high magnesium salt in older subjects with mild to moderate hypertension. BMJ. 1994 Aug 13;309(6952):436-40..

Anche un modesto aumento della pressione arteriosa può avere gravi conseguenze: ogni incremento di 20/10 mmHg su 115/75 mmHg raddoppia il rischio di malattie cardiovascolariThe Seventh Report of the Joint National Committee on Prevention, Detection, Evaluation, and Treatment of HighBlood Pressure. JAMA. 2003 May 21;289(1):2560-75..

Nella medicina convenzionale, il massimo che il medico potrebbe fare per aiutarti a correggere l’ipertensione è dirti di perdere peso, ridurre l’assunzione di sale e seguire una dieta.

Segue in genere la prescrizione di farmaci.

Ciò che normalmente non si considera è lo stile di vita occidentale. L’ipertensione infatti è un problema tipico dei paesi occidentali, ma non è necessariamente una parte intrinseca del processo di invecchiamento.

In altre culture la relazione tra dieta e salute offre prove convincenti sulla possibilità di controllare l’ipertensione senza ricorrere ai farmaci.

Gli Yanomamo e gli indiani Xingu del Brasile, i keniani delle zone rurali e i nativi di Papua Nuova Guinea, hanno una pressione del sangue media di 103 su 63 mmHgCarvalho JJ, Baruzzi RG, Howard PF, et al. Blood pressure in four remote populations in the INTERSALT Study. Hypertension
1989 Sep;14(3):238-46.
!

Questo webinar descrive come si può raggiungere una pressione sanguigna ottimale modificando i nostri comportamenti di acquisto e le nostre abitudini alimentari.

Il webinar sarà disponibile con tutta la documentazione scientifica nell’area soci.

Per scaricare tutte le registrazioni e le documentazioni di tutti i webinar entra nell’area socio, oppure diventa socio.

Scrivici per ulteriori chiarimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

"Ci avete regalato la vita per la 2° volta con le vostre ricerche d'avanguardia"

Hans Halle

Prendi posto nella community: oltre 1000 persone in Italia hanno tratto benefici dagli studi dell'Istituto di Ricerca del Dr Rath!


Scopri cosa facciamo